Amazon Business per le Librerie sfida gli editori nella distribuzione

di Dario D'Elia -

25.09.19

Amazon Business per le Librerie è un nuovo servizio dedicato ai rivenditori di libri, librerie, cartolibrerie ed edicole. In pratica consente ai professionisti del settore di scegliere all'interno di una selezione di milioni di titoli, di cui 800mila immediatamente disponibili, e godere di sconti in base alle quantità. “Nella fase di lancio, possono arrivare fino al 35% sui libri di varia (per questa tipologia ci sono tre soglie di sconto: fino al 25% per ordini superiori a 5 unità, fino al 30% per ordini superiori a 10 unità e fino al 35% per ordini superiori a 30 unità), e al 12% per i testi scolastici e l'universitaria accademica, indipendentemente dalle unità ordinate”, spiega Amazon. In tutti i casi, lo sconto è calcolato sul prezzo di copertina e non prevede un massimale di spesa. I rivenditori di libri potranno inoltre effettuare ordini in grandi quantità attraverso il sistema semplificato sul sito amazonlibrerie.it”. Ai rivenditori viene chiesto solo di creare un account Business Amazon e quindi registrarsi gratuitamente ad Amazon Business per le Librerie. Volendo si può trasformare anche un account Amazon Prime in Amazon Business.

Per quanto riguarda le consegne è prevista quella gratuita per ordini superiori a 25 euro e anche reso gratuito su tutti i libri acquistati fino a 120 giorni dalla data di consegna.

“Aspettavo da tempo un servizio come questo perché risponde ad una mia esigenza concreta”, ha commentato Gianfranco Lieto, titolare della Cartolibreria Giorgio Lieto di Napoli. “Spesso infatti mi capitava di acquistare su Amazon come cliente privato per poter soddisfare le richieste dei miei clienti su titoli difficilmente reperibili o per richieste urgenti. Ora, grazie a questo nuovo servizio, posso usufruire di una scontistica dedicata, di una procedura di acquisto semplificata, di una vasta selezione tra cui scegliere e della possibilità di aver consegne e resi gratuiti”.

Todd Heimes, Director di Amazon Business, ha sottolineato: “Dal 1995 abbiamo investito a vantaggio di lettori e autori in tutto il mondo: è nel nostro DNA sostenere la cultura e promuovere attivamente la lettura. Questa nuova iniziativa parte dall'Italia ed è pensata per dare un aiuto concreto a tutti i rivenditori di libri, dalle librerie alle cartolibrerie fino alle edicole, offrendo loro strumenti utili a facilitare e ampliare il business. Allo stesso tempo Amazon Business per le Librerie rappresenta una nuova opportunità per gli autori Kindle Direct Publishing, che potranno contare su un canale aggiuntivo per la vendita e promozione dei propri titoli. Tutto ciò si traduce in maggiori vantaggi per i lettori italiani, che potranno ottenere i libri che desiderano in modo rapido e semplice online o presso un rivenditore a seconda delle necessità o della esperienza d'acquisto desiderata”.

A questo punto viene da chiedersi cosa ne penseranno gli editori, che oggi riforniscono direttamente i rivenditori di libri. Da una parte Amazon diventa un concorrente, dall'altra però la portata dell'operazione potrebbe limitarsi davvero alle emergenze. Bisogna infatti ricordare che gli editori riconoscono spesso sconti più alti (anche del 50% in alcuni casi) e inoltre non chiedono il pagamento immediato di tutti gli ordini programmati.

 

(fonte: sito tom's HARDWARE)

Newsletter

Iscrivendoti avrai uno sconto del 15% sul tuo primo acquisto