Ronzani Editore a Firenze Libro Aperto

05.02.17

Un celebrato maestro come Raffaello Bertieri scriveva, nei primi anni del Novecento, che il principio dell'Arte Tipografica è la originalità. A distanza di un secolo quel tema è più vivo e più sentito che mai, e la nostra Casa Editrice fonda la propria ragion d'essere proprio sull'originalità dei libri che propone: nella scelta dei caratteri, della carta, nell'impaginazione dei testi e nella grafica. In altre parole, nella propria veste tipografica, che deve accompagnare nel migliore dei modi i testi proposti al lettore.

La gioia del fare i libri consiste invece nella condivisione: per questo saremo presenti alla prima fiera nazionale del libro ospitata dalla città del giglio, Firenze Libro Aperto, che si terrà nel Padiglione Spadolini della Fortezza Da Basso, dal 17 al 19 febbraio 2017. Ci troverete allo stand D18, poco oltre l'entrata al principio del vialetto che, lasciandosi alle spalle l'open space della Sala Verde, conduce tra i libri di tutta Italia. Con una novità: la riproposizione in veste rinnovata de Il treno del buon appetito di Nico Naldini, che vi farà la sua prima apparizione, fresco di stampa (le sue pagine sono “sotto i torchi” mentre scriviamo), introdotto dal direttore editoriale Franco Zabagli e da Francesco Maino (Cartongesso, Einaudi 2014; Ratatuja, Ronzani 2016) che partecipa fin dagli albori all'avventura Ronzani, curatore della collana VentoVeneto, di cui il Treno di Naldini è il secondo tomo. Tra gli eventi, i nostri Francesco Maino e Franco Zabagli saranno protagonisti del dialogo intitolato “Paesaggio e poeti sulle strade dell'edizione: Il treno del buon appetito di Nico Naldini”, e indagheranno nei ricordi di un poeta per raccontare le storie di un Novecento che nessuno ha mai raccontato e che avrà luogo in Sala Verde alle ore 16 di Domenica 19 febbraio.

Non un anno scarso, ma lustri sembrano essere passati dall'inverno scorso, quando a fine febbraio licenziammo dai nostri tipi la Ratatujadi Francesco Maino. Poi subito Goffredo Parise (Sillabari veneti) e un'estate di incontri ed eventi con il pubblico, portatori di nuove suggestioni. Con l'autunno è arrivato Pietro Calamandrei insieme a L'Avvocato e il Segretario di Francesco Sansovino, mentre dicembre ha portato le Monodose di poesia, cinquanta poesie scelte da Franco Zabagli e interamente stampate a mano presso l'officina di Giovanni Turria a Vicenza, create in sinergia con la Toogood societyStudio Legale La Scala, accolte da un successo che ha varcato i confini nazionali, e ora di nuovo per le strade del mondo con l'edizione speciale, le “Valentine”. L'entusiasmo del momento è diventato un'avventurosa certezza.

Compagno di viaggio e testimone del nostro ideale di ponte tra passato e futuro, tra torchi a mano e “torchi digitali”, sarà una platìna, torchio mobile per la stampa manuale, che dominerà la scena del nostro spazio espositivo, proveniente dall'Officina di Giovanni Turria di Vicenza. Ognuno potrà quindi fare esperienza diretta con la stampa manuale, e stamparsi il proprio esclusivo segnalibro “Ronzani Editore”, per poi adagiare con maggior curiosità i propri occhi sui nostri libri.

da instagram

Newsletter

non perdere offerte e novità sui libri, gli eventi e molto altro ancora