Pino Sbalchiero

Pino Sbalchiero è nato a Isola Vicentina il 6 novembre 1928. Maestro elementare con laurea in filosofia all'Università di Padova, giornalista pubblicista, è arrivato alla scrittura in età matura, al termine di una prima fase della sua vita dedicata all'impegno sociale come capo scout e, quindi, a quello politico. È stato sindaco di Isola Vicentina dal 1955 al 1965, un decennio in cui, anche grazie al suo impegno, fu evidente la trasformazione del paese da prettamente agricolo a industriale con la nascita e la crescita di numerose industrie e attività artigianali e ha concluso la sua attività pubblica nel consiglio regionale del Veneto nel 1980. Amante del proprio paese natale, della sua gente, delle cose vere, essenziali, esponente più autentico della cosiddetta “isolanità”. Illuminante e quanto mai attuale l'articolo che pubblicò per «Comunità Isolana» nel 1957. Fu responsabile dell'Associazione culturale Italia URSS, che si occupava di tenere e sviluppare rapporti di amicizia e reciproca conoscenza tra i due paesi, e grazie a questi contatti nel 1977 la Regione Veneto riuscì a portare a Venezia la mostra sui Tesori degli Sciiti. Il 16 novembre 1997 il Comune di Isola Vicentina gli conferisce il premio Communitas Insularum .

Ha cominciato a scrivere i suoi racconti alla fine degli anni ‘70 per il periodico «Il Momento Veneto». Le Storie della Pellagra sono state pubblicate in prima edizione nel 1979 da Rebellato editore, e riproposte, con l'aggiunta di altri racconti, in C'era una volta un'Isola (Edizioni Nuovo Progetto, 1988). La presente edizione ripropone tutti i racconti ed è impreziosita dai disegni di Vico Calabrò. Oltre a questi libri, Sbalchiero ha scritto Volta il Musso (1997) e Abc carasa, copa il maestro e torna a casa, uscito postumo (2000), entrambi pubblicati dalle edizioni Galla, 1880.

Ronzani editore ha pubblicato, nel 2018, una seconda edizione di Glossario del contado isolano e dei comuni contermini a uso dei forestieri e C'era una volta un'Isola. Storie della pellagra e altri racconti.

Pino Sbalchiero è scomparso nel settembre del 1999, tumulato inizialmente a Isola Vicentina da qualche anno riposa accanto alla moglie Silvana nella cappella familiare di Faedo.

 

Le opere dell'autore:

Newsletter

Iscrivendoti avrai uno sconto del 15% sul tuo primo acquisto