Community

Beppe Cantele

Beppe Cantele

È nato a Marostica nel 1971. Vive a Lusiana, nell'Altipiano di Asiago, ed è avvocato civilista. Insieme alla professione coltiva da sempre gli studi storici, l'interesse per la storia del libro e della stampa, la bibliografia e la tipografia.

È autore, con Roberto Sbiroli, della Bibliografia di Roberto Ridolfi (Firenze, Olschki, 2010) e, sempre sullo storico fiorentino, del volume Il Machiavelli di Ridolfi (Firenze, LoGisma, 2013). Di Roberto Ridolfi ha curato anche l'ottava e definitiva edizione della Vita di Niccolò Machiavelli (Roma, Castelvecchi, 2014).

È direttore della Ronzani Editore Vicenza, da lui fondata nel 2015.

Paolo Carta

Paolo Carta

È professore ordinario all'Università di Trento, dove insegna Storia delle dottrine politiche alla Facoltà di Giurisprudenza e Political Philosophy alla School of International Studies.

È stato visiting professor all'École Normale Supérieure (Lyon) e alla Columbia University (New York). Fellow dell'Italian Academy for Advanced Studies in America (Columbia University), ha insegnato all'École Normale Supérieure, Columbia University e alla University of Oxford. Tra i suoi lavori si ricordano Francesco Guicciardini tra diritto e politica (2008) e insieme a Xavier Tabet, il volume Machiavelli aux XIXe et XXe siècle (2007). Dirige insieme a Jean-Louis Fournel la rivista Laboratoire Italien (ENS éditions).

Nella casa editrice, di cui è tra i fondatori, dirige la collana dei "Saggi".

Alessandro Corubolo

Alessandro Corubolo

Ha svolto per decenni la propria attività professionale nel settore informatico, con diversi incarichi e responsabilità. A questa attività ha accompagnato nel tempo libero e, dagli anni 2000 a tempo pieno, quella di micro-editore tipografo, di grafico editoriale e di studioso di storia del libro.

Assieme a Gino Castiglioni, con il quale condivide proprietà e conduzione della stamperia privata Officina Chimèrea, ha realizzato – dalla scelta e cura dei testi, alla composizione, alla stampa su torchio a mano – quarantasei libri, quasi tutti illustrati con incisioni originali di noti artisti.

Ha studiato storia dell'arte al DAMS – Università di Bologna. I suoi interessi di studioso si rivolgono soprattutto alla storia della editoria e tipografia e all'incisione e illustrazione libraria.

Per la casa editrice, che ha contribuito a fondare, cura il progetto grafico delle collane e dei singoli volumi.

Verusca Costenaro

Verusca Costenaro

Nata a Marostica nel 1974, vive a Venezia dal 1998. Diplomata alla Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori di Vicenza, ha conseguito la laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l'Università Ca' Foscari di Venezia nel 2005. All'Università degli Studi di Padova ha poi ottenuto il titolo di Dottore di Ricerca in Linguistica e Didattica della Lingua Inglese. La sua formazione comprende i diplomi in Traduzione per l'Editoria e in Insegnamento dell'Italiano a Stranieri, oltre a un Master in Studi Interculturali. Dal 2005 lavora come insegnante di inglese e di italiano a stranieri. Al suo attivo ha varie pubblicazioni di Glottodidattica e traduzioni letterarie dall'inglese. Ha pubblicato la silloge La misura che non si colma (LunaNera, 2013), e sue liriche sono apparse in antologia, anche negli Stati Uniti. Per Ronzani Editore si occupa principalmente di traduzione.

Francesco Maino

Francesco Maino

Nato a Motta di Livenza (TV) nel 1972, è uno scrittore e avvocato italiano. Nel 2013 il suo romanzo d'esordio Cartongesso vince il Premio Italo Calvino (Edizione XXVI) e viene pubblicato da Einaudi (Collana Supercoralli) nel 2014. L'opera è segnalata quale "libro del mese" di Maggio della trasmissione Fahrenheit, ideata e condotta da Marino Sinibaldi. Nel 2015 il racconto Forme della mia rabbia è incluso nell'antologia Il racconto onesto, curata da Goffredo Fofi per l'editore Contrasto di Roma. Il racconto L'uso della vita è apparso nella rivista “Pièra”, a cura dell'Ordine degli Architetti di Treviso, nel settembre 2015. È stato coautore, con Daniele Marcassa, nel 2011, del progetto "Perdipiave": una risalita a piedi da Venezia al Cadore.

Per Ronzani editore, che ha contribuito a fondare e di cui è consulente, ha pubblicato nel 2016 Ratatuja. Parole alla prova.

Luisa Maistrello

Luisa Maistrello

(Thiene, 1987) Laureata in Giurisprudenza all'Università di Verona con una tesi sulla libera circolazione dei lavoratori nell'Unione Europea, sta ora completando la pratica forense. Ex ginnasta di livello agonistico, ha militato sotto i colori della Fortitudo Schio 1875. Durante il liceo e l'università ha imparato la preziosa arte del “fare da bere” lavorando come barista in molti locali del vicentino. Appassionata di Tim Burton, di storie fantastiche e soprannaturali, spende il suo tempo libero a scrivere, viaggiare e ascoltare i Pearl Jam.

È la segretaria di redazione della Casa Editrice.

Romina Manzardo

Romina Manzardo

Vive e lavora in Provincia di Vicenza. Commercialista, al rigore dei conti ama unire la fantasia delle nuove sfide: per questo ha colto al volo l'idea di partecipare alla fondazione della casa editrice, di cui è il responsabile amministrativo.

Giovanni Stefano Messuri

Giovanni Stefano Messuri

(Vicenza, 1964), avvocato civilista, è appassionato di lettura, scrittura, fotografia e cinema.

Ha esperienze come amministratore locale, e dirige da molti anni il Cineforum del suo paese, Breganze, che è tra i più seguiti del Veneto (con oltre duemila iscritti) grazie a una competente e costante attività in favore della cultura cinematografica.

Nella casa editrice, che ha contribuito a fondare, riveste il ruolo di consulente e di correttore delle bozze.

Claudio Giulio Rizzato

Claudio Giulio Rizzato

Claudio Giulio Rizzato è nato a Sandrigo nel 1955 e vive a Quinto Vicentino.

Laureato all'Università di Padova in Scienze Politiche ad indirizzo amministrativo, è stato Vicesegretario Generale del Comune di Chiampo dal 1981 al 1988. Dal 1989, per concorso pubblico, è Dirigente di ruolo della Regione Veneto, ove attualmente ricopre l'incarico di Dirigente Capo Servizio Studi Documentazione Biblioteca, Osservatorio della Spesa e delle Politiche pubbliche, Osservatorio Elettorale e Cultura Civica del Consiglio Regionale­ del Veneto.

Consigliere Regionale del Veneto nelle legislature VII e VIII.

Per la Casa Editrice, che ha contribuito a fondare, è il responsabile della collana di studi e documenti di storia veneta.

Giovanni Turria e il Polifilo

Giovanni Turria

È titolare della cattedra di Grafica d'Arte all'Accademia di Belle Arti di Urbino e insegna Tecniche e Procedimenti di Stampa all'Accademia di Belle Arti di Venezia.
La sua opera incisa è presente nelle maggiori rassegne di grafica d'arte in Italia e all'estero.
Si dedica all'editoria d'arte, progettando e stampando libri e cartelle a tiratura limitata.
Colleziona torchi, tiraprove e pedaline tipografiche.

Matteo Vercesi

Matteo Vercesi

Critico letterario, dottore di ricerca in Italianistica e Filologia classico-medievale.

È condirettore della rivista internazionale «Letteratura e dialetti» (Roma, Serra Editore), direttore di «InAspreRime» (Udine, Campanotto Editore) e redattore di «Studi Mariniani» (Roma, Serra Editore).

È inoltre membro del Comitato Scientifico della collana “Biblioteca di letteratura dialettale” della casa editrice Aracne di Roma e della giuria del Premio Antonio Fogazzaro “Poesia edita in lingua italiana e in dialetto”. Nel 2007 ha vinto il Premio Nazionale “Biagio Marin” per la sezione dedicata alla saggistica.

Ha recentemente pubblicato i volumi Biagio Marin e altro Novecento in dialetto veneto (prefazione di Edda Serra, Roma, Aracne, 2013), Un altro Veneto. Poeti in dialetto fra Novecento e Duemila (con Maurizio Casagrande, Roma, Cofine, 2014), Filologia ed ermeneutica. Studi di letteratura italiana offerti dagli allievi a Pietro Gibellini (curato con Marialuigia Sipione, Brescia, Morcelliana, 2015), e Pareti di carta. Scritti su Guido Ceronetti (curato con Paolo Masetti e Alessandro Scarsella, Mantova, Tre Lune, 2015).

Per la casa editrice dirige la collana "Qui e altrove. Manifesti di Poesia contemporanea".

Franco Zabagli

Franco Zabagli

È nato nel 1959 e vive a Firenze. Lavora presso il Gabinetto Vieusseux, dove per diversi anni ha curato l'archivio dei manoscritti di Pier Paolo Pasolini. Filologo e studioso di letteratura italiana, ha scritto saggi su Leopardi, Pascoli, Montale, Pasolini, pubblicati su «Paragone», «Il Ponte», «Nuovi Argomenti» e altre riviste. Ha lavorato all'edizione completa degli scritti cinematografici di Pier Paolo Pasolini nei «Meridiani» Mondadori (Per il cinema, 2001) e, sempre per Mondadori, al volume delle Lettere a Clizia di Eugenio Montale (2006). È stato curatore di alcune mostre di manoscritti letterari dell'Otto-Novecento: Leopardi, Vieusseux e Firenze (Biblioteca Medicea Laurenziana, 1987), Pasolini. Dal Laboratorio (Archivio Contemporaneo ‘A. Bonsanti', 2010), Scartafacci di Contini (Archivio Contemporaneo ‘A. Bonsanti', 2012).

Da alcuni anni si dedica alla calligrafia, al disegno, al collage. Ha esposto i suoi lavori in tre mostre personali: Sedimenti e strappi (Firenze, Libreria Babele, ottobre 2011, con una presentazione di Silvio Balloni), Papiers trouvés (Firenze, Galleria Immaginaria, aprile-maggio 2015, con una presentazione di Elisabetta Fadda), e Ink. Inchiostro (Firenze, Officina Profumo-farmaceutica di Santa Maria Novella, Maggio 2016, con una presentazione di Domenico De Martino).

È il direttore editoriale della Casa Editrice.

da instagram

Newsletter

non perdere offerte e novità sui libri, gli eventi e molto altro ancora