Press

La compagnia di Virgilio

I mille ruoli di Scapin raccontati da Cavalli

03.07.18 - Il Giornale di Vicenza -

Nel cortile di Palazzo Festari a Valdagno Marco Cavalli presenta “La compagnia di Virgilio” con l'editore Beppe Cantele e la libreria “Liberalibro”. Figura leggendaria di intellettuale “ruspante” e di sofisticato bon Vivant, Virgilio Scapin (1932-2006) è stato l'ultimo e forse il più fascinoso testimone di una cultura e di una sensibilità che hanno avuto la loro estate nell'estremo scorcio del secolo scorso.

ALESSANDRO MISTRORIGO: Stazioni, Vicenza, Ronzani Editore, 2018

01.07.18 - Charta n. 158 -

All'insegna di un'idea del libro di poesia come oggetto di qualità caratterizzato da alto potenziale di leggibilità, il colophon della raccolta personale di Mistrorigo (nato a Venezia, 1978) recita puntualmente il credo editoriale prestabilito all'atto di nascita della notevole intrapresa editoriale (di cui si diede a suo tempo notizia su CHARTA n. 152 , pag. 75): "Stazioni di Alessandro Mistrorigo è il terzo titolo della collana Qui e altrove. Manifesti di poesia contemporanea" diretta da Matteo Vercesi. 

Giornale di Vicenza

"Nobile Provinciale" fallimento in 4 atti. Un libro, un monito

01.06.18 - Il Giornale di Vicenza -

In queste ore chi tifa Vicenza può sorridere. Ma giova ricordare che scivolare è facile, come si legge nel testo che racconta la storia recente del club biancorosso.

"Tornare indietro per andare avanti. Leggete con questa speranza e convinzione il libro sul fallimento del Vicenza scritto da Gianni Poggi. Con Renzo Rosso s'apre un'altra pagina per la società biancorossa, ma il presente e il futuro non cancelleranno mai il passato, soprattutto quello più recente." [...]

La compagnia di Virgilio

Libri e ricordi, un omaggio di Marco Cavalli a Virgilio Scapin e alla cultura vicentina

01.06.18 - Schio Thiene Bassano Week -

Il piacere di ricordare una figura come Virgilio Scapin, scrittore, autore, intellettuale e soprattutto libraio storico di Vicenza, probabilmente già da un certo tempo girava nella mente, e non possiamo che prenderne atto felicemente, diMarco Cavalli, a sua volta figura emblematica della letteratura e della cultura della nostra provincia [...].

Vicenza calcio

Il Vicenza Calcio in un libro di Gianni Poggi

28.05.18 - Vicenzareport -

“Da Nobile Provinciale a Nobile Decaduta. La storia del fallimento del Vicenza Calcio”: E' questo il titolo del libro diGianni Poggi, edito daRonzani Editore, sugli ultimi decenni del Vicenza Calcio, che sarà presentato giovedì 31 maggio, alle 18, a Vicenza, nella Sala Stucchi di Palazzo Trissino. Si tratta di un'inchiesta “organica e argomentata – si legge nella presentazione dell'evento – che cerca di svelare le ragioni che hanno portato al collasso di una tra lesquadre di calciodi provincia più amate, squadra che vanta ancorapiù di seimila abbonatinonostante militi attualmente in serie C”.

Vicenza Calcio, da Nobile Provinciale a Nobile Decaduta

28.05.18 - TVIWEB -

Un'inchiesta organica e argomentata che cerca di svelare le ragioni che hanno portato al collasso di una tra le squadre di calcio di provincia più amate, il Vicenza Calcio, squadra che vanta ancora oltre 6.000 abbonati nonostante militi attualmente in serie C. Un argomento che da mesi anima dibattiti televisivi e giornali sportivi, di cui ancora si attende l'epilogo. «Da Nobile Provinciale a Nobile Decaduta. La storia del fallimento del Vicenza Calcio», di Gianni Poggi, edito da Ronzani Editore, traccia la cronistoria del fallimento della società calcistica ricostruendo in dettaglio la vicenda: dal 2004, anno in cui Sergio Cassingena acquista il club berico dalla finanziaria inglese ENIC, fino alla dichiarazione di fallimento, che il 18 gennaio 2018 ha posto fine ai 115 anni di vita della storica società biancorossa. Una vicenda narrata con ritmo calzante da inchiesta giornalistica, e condotta sulla solida base dei documenti.Giovedì 31 maggio 2018, alle ore 18,00, presso Palazzo Trissino – Sala Stucchi, a Vicenza, l'autore Gianni Poggi presenterà il suo ultimo libro e dialogherà con Luca Ancetti, Direttore de «Il Giornale di Vicenza». Parteciperanno all'evento Achille Variati, Sindaco della città di Vicenza, e Beppe Cantele, di Ronzani Editore.Gianni Poggi (Vicenza, 1948), avvocato e giornalista. Ha collaborato con televisioni, radio nazionali e locali come produttore e giornalista, occupandosi principalmente di sport e politica. È stato autore, produttore e conduttore di Uno contro uno, talk show dedicato ai grandi vicentini della cultura, dell'industria, dello spettacolo e dello sport. Ha pubblicato il dvd Dante e Renzo (Cierre Editore, 2014). Ha prodotto per «Il Giornale di Vicenza» il documentario Il Vicenza, una favola Real (2017).

Virgilio Scapin

Una serata per ricordare il grande Virgilio Scapin

05.05.18 - Schio Thiene Bassano Week -

È sempre bello ricordarsi del grande Virgilio Scapin, "personaggione" vicentino di spessore culturale e sociale importante, scrittore arguto e libraio storico, con negozio in Contrà Do Rode a Vicenza (vicino a Piazza dei Signori).

Virgilio e gli altri maestri

14.03.18 - Il Giornale di Vicenza - Nicoletta Martelletto

“Marco Cavalli da ragazzo li ha conosciuti quasi tutti e li convoca in una giostra di ricordi personali e segreti. Da Scapin a Parise, da Bandini a Meneghello e Pozza”.

Il libraio e i suoi amici, grandi maestri

14.03.18 - Il mattino di Padova - Niccolò Menniti-Ippolito

"Nel suo libro Cavalli racconta i suoi incontri con i cinque scrittori, consumati sui libri e dal vivo, e prova a fare una sintesi di quello che sono stati, senza cedere a nessuna agiografia, tutt'altro. In testa a tutti Virgilio Scapin, il libraio capace di vendere Gadda a chi vuole leggere Wilbur Smith, ma anche lo scrittore che amava tanto leggere da non trovare il tempo per scrivere. Virgilio per il giovane Marco Cavalli è stato davvero Virgilio, perché lo ha messo a contatto con il mondo dei libri e col mondo degli scrittori, che per lui sono paralleli".

mattinopadova.gelocal.it/tempo-libero/2018/03/14/news/il-libraio-e-i-suoi-amici-grandi-maestri-1.16591897?ref=search

Divi e opera in pantofole

25.02.18 - Domenica - Il Sole 24 Ore - Nicola Gardini

Duranti intreccia protagonisti del mondo letterario e musicale in maniera folgorante: da Callas a Montale, da Cilea a Svevo.

Questo sarebbe un diario di ascolti musicali, concentrato sull'opera. Il diarista, Alessandro Duranti, certo, non è uno storico della musica, un musicista, un "addetto ai lavori", né pretende di esserlo. Subito ci avverte di essere un signore che se ne sta a casa sua, perfino un "pantofolaio". Troppa sprezzatura.

Amori e odi del melomane Duranti

21.02.18 - Avvenire - Cesare Cavalleri

"Non è un libro musicologo che anatomizzi biscrome e sopracuti, è un libro narrativo e proprio lì sta il bello: Duranti espone calmamente preferenze e idiosincrasie molto personali, e lo fa con pertinenti allusioni letterarie e un intelligente birignao che non è il vogherese di Alberto Arbasino, bensì un modo di scrivere (e dunque di pensare) per associazioni di idee che spuntano dalla parola mentre viene pronunciata".

Cose

Cose. Il mondo in arte di Mario Francesconi

29.01.18 - Firenze.it - Elena Elia

“Tutto quello che vedo mi serve”. Così Francesconi accoglie i visitatori per la sua temporanea alla Galleria ZetaEffe fino al 3 marzo.

Ritmi e immagini di leggerezza in "Spengo la sera a soffi" di Elena Miglioli

14.11.17 - la Voce di Mantova - Marco Molinari

"La poesia di Miglioli ricorda in tanti punti il Pascoli, per l'aria che circola fra le righe, per i fiori e le piante che effondono i loro profumi."

Quando c'era il metodo Simoncini

05.11.17 - Domenica del Il Sole 24 Ore - Stefano Salis

“Il genio italiano si è espresso in molte forme: una di queste, sicuramente, è stata l'arte di fare libri”.

Alessandro Duranti, Il melomane domestico. Maria Callas e altri scritti sull'opera (recensione)

30.10.17 - www.drammaturgia.it (Firenze University Press) - Siro Ferrone

«Il Verismo […] fu come la Spagnola, che c'era solo da augurarsi di prenderla in forma non letale. La prima febbre fu I gioielli della Madonna, del 1911, con una protagonista in similcarmen di nome Maiella. Da quel 1911 l'hanno rivista in pochi» (p. 90). È una delle tante “punture” che rallegrano questo libro, sostanziato da una robusta conoscenza del teatro d'opera, ascoltato a lungo, tanto dal vivo quanto in vinile o in compact, da un autore peraltro docente universitario di Letteratura italiana. E infatti, nella Prefazione, Alessandro Duranti, nel rammentare i suoi maestri, mette accanto a Lanfranco Caretti, filologo e storico della letteratura ma anche cultore del melodramma, un altro grande protagonista della cultura come Gianandrea Gavazzeni, indimenticabile musicista e direttore d'orchestra.

[continua]

www.drammaturgia.fupress.net/recensioni/recensione2.php?id=6991

Newsletter

Iscrivendoti avrai uno sconto del 5% sul tuo primo acquisto